Home Amore, Perdono
Visualizza articoli per tag: Amore, Perdono
Venerdì 04 Novembre 2011 19:25

A mani vuote...

A mani vuote...

Ai tempi di Erode, la notte in cui nacque Gesù, gli angeli portarono la buona notizia ai pastori.
C’era un pastore poverissimo, tanto povero che non aveva nulla.
Quando i suoi amici decisero di andare alla grotta portando qualche dono, invitarono anche lui.
Ma lui diceva: “Io non posso venire, sono a mani vuote, che posso fare?“.
Ma gli altri tanto dissero e fecero, che lo convinsero.
Così arrivarono dov’era il bambino, con sua Madre e Giuseppe.
Maria aveva tra le braccia il bambino e sorrideva, vedendo la generosità di chi offriva cacio, lana o qualche frutto.
Scorse il pastore che non aveva nulla e gli fece cenno di venire.
Lui si fece avanti imbarazzato.
Maria, per avere libere le mani e ricevere i doni dei pastori, depose dolcemente il bambino tra le braccia del pastore che era a mani vuote…
(S. Fausti)

Pubblicato in Blog
Giovedì 20 Ottobre 2011 15:18

Mamma...

Mamma...

Un bimbo stava per nascere e si rivolse al Signore...
Mi dicono che domani mi farai scendere sulla terra. Come potrò vivere così piccolo e indifeso?...
Fra tanti angeli ne ho scelto uno per te. Lui ti proteggerà. – Rispose Dio.
E continuò: Il tuo angelo canterà per te parole dolci e tenere, con infinita pazienza e tenerezza ti insegnerà a parlare.
Ma il bambino chiese con apprensione: Come potrò parlare ancora con te?
Il tuo angelo unirà le tue manine e ti insegnerà a pregare. Rispose Dio con dolcezza infinita.
Ho sentito dire che la terra è abitata da uomini cattivi… Chi mi difenderà?
Chiese il bimbo preoccupato...
Dio, guardandolo con tenerezza gli rispose: Il tuo angelo ti difenderà a costo della propria vita. Ma il mio cuore sarà sempre triste, Signore, perché non ti vedrò più! Disse il bimbo con molta tristezza… Il tuo angelo ti parlerà di me e ti indicherà il cammino per ritornare alla mia presenza; sappi, però, che io sarò ogni istante accanto a te! In quel momento si diffusero delle voci e dei rumori ed il bambino angosciato gridò a gran voce: Signore, sto scendendo verso la terra! Dimmi ancora una cosa: qual è il nome del mio angelo?
E Dio sorridendo rispose: IL NOME NON IMPORTA TU LO CHIAMERAI MAMMA.

Pubblicato in Blog
Sabato 27 Agosto 2011 09:50

Amare i nemici

Un antico imperatore cinese fece, un giorno un solenne giuramento.
“Conquisterò e cancellerò dal mio regno tutti i miei nemici”.
Un po’ di tempo dopo, i sudditi sorpresi videro l’imperatore che passeggiava per i giardini imperiali a braccetto con i suoi peggiori nemici, ridendo e scherzando.
“Ma…” gli disse sorpreso un cortigiano “non avevi giurato di cancellare dal tuo regno tutti i tuoi nemici?”. “Li ho cancellati, infatti” rispose l’imperatore. “Li ho fatti diventare tutti miei amici!”.

Pubblicato in Blog